imprenditore solidale

Benefici fiscali

Tutte le donazioni a favore di Imprenditore Solidale sono fiscalmente deducibili o detraibili secondo i limiti indicati dalla legge, purché siano effettuate attraverso bonifici bancari, versamenti in conto corrente postale, assegni circolari o bancari intestati ad COSPE – Onlus recanti la clausola “non trasferibile”, carte di credito, anche prepagate. Basta la ricevuta del bonifico, del bollettino postale o delle assegni per ottenere la deducibilità.

Maggiori informazioni:

COSPE è una Ong (organizzazione non governativa) la ONG che porta avanti i progetti di Imprenditore solidale nel mondo, ai sensi della legge n. 49/87 ed è una Onlus (organizzazione non lucrativa di utilità sociale) ai sensi del d.lgs. n. 460/97.

Le aziende che necessitano di ricevuta possono richiederla all’Ufficio Raccolta Fondi di Cospe indicando i dati dell’azienda, comprensivi di partita IVA, e allegando la scansione della contabile del bonifico, raccolta fondi@cospe-fi.it

Benefici fiscali per le imprese:

1) Rif.: art. 14, decreto legge n. 35/2005

Le liberalità in denaro o in natura erogate da enti soggetti all’imposta sulle società in favore delle Onlus sono deducibili fino al 10% del reddito complessivo e comunque non oltre 70.000 EUR/anno.

In alternativa:

2) Rif.: art. 100, comma 2, lettera a) d.P.R. 917/86

Sono deducibili le erogazioni liberali a favore di organizzazioni non governative, per un ammontare complessivamente non superiore al 2% del reddito d’impresa dichiarato.

3) Rif.: art. 100, comma 2, lettera h) d.P.R. 917/86

Sono deducibili le erogazioni liberali in denaro, per un importo non superiore a 2.065,83 EUR o al 2% del reddito d’impresa dichiarato, a favore delle Onlus

4) Rif.: art. 27, legge 133/99 e d.p.c.m. 20/06/2000

Sono deducibili le erogazioni liberali in denaro (o in natura) in favore delle popolazioni colpite da eventi di calamità pubblica o da altri eventi straordinari anche se avvenuti in altri Stati, per il tramite (anche) delle organizzazioni non governative (non vi sono limiti massimi di deducibilità).